• Lun. Mag 27th, 2024

Atlantis is real: Official discovery of Atlantis, language and migrations

Atlantis is the Sardo Corso Graben Horst underwater continental block submerged by the Meltwater Pulses and destroyed by a subduction zone, Capital is Sulcis

Spread the love

La Grande Barriera Corallina “ha una larghezza compresa tra 60 e 250 chilometri. ha una profondità media di 35 metri nelle sue acque costiere, mentre sulle scogliere esterne i pendii continentali si estendono fino a profondità di oltre 2000 metri” .

Ipotesi: la Grande Barriera Corallina era abitata; ad un certo punto è stata sommersa. Coi millenni, gli edifici sono stati ricoperti da biocenosi; noi moderni abbiamo scoperto che vi è biocenosi, ma non ci siamo ancora accorti che sotto di essa sono presenti fortificazioni e abitazioni.

Sembra esserci traccia di civiltà sepolta nella Grande Barriera Corallina Australiana, anche di fronte a Cape Gloucester, Abbot Point, Mount Buckley, Bowen, Heronvale, Repulse Islands, Airlie Beach, Shute Harbour, Bloomsbury.
Quindi, sarebbe interessante cercare i siti archeologici più antichi di queste zone per farsi un’idea dell’epoca più remota a cui risalgano le prime tracce note di civiltà.

Per vederlo coi tuoi occhi, clicca il link sottostante:

https://emodnet.ec.europa.eu/geoviewer/?layers=12528:1:1,12526:1:1,12525:1:1,12721:1:1,12767:1:1,12485:1:1,12534:1:1,12533:1:1,12568:1:1,12570:1:1,12964:1:1,12566:1:1,10210:1:1,12493:1:1,12494:1:1,10132:1:1,12495:1:1,10367:1:1,12522:1:1,12523:1:1,8353:1:1,10133:1:1,12524:1:1,12769:1:1,12768:1:1&basemap=ebwbl&active=12528&bounds=-208.1158139688299,-21.403062224743877,-206.9704608016686,-20.63979171569028&filters=