• Dom. Apr 14th, 2024

Atlantis is real: Official discovery of Atlantis, language and migrations

Atlantis is the Sardo Corso Graben Horst underwater continental block submerged by the Meltwater Pulses and destroyed by a subduction zone, Capital is Sulcis

Versione 609 Il ritrovamento di Atlantide, chiamata anche Haou-Nebout, Meropide, Cyrneichnusa, Babilonia la Grande, Nibiru, Tirrenide e blocco geologico sardo-corsoVersione 609 Il ritrovamento di Atlantide, chiamata anche Haou-Nebout, Meropide, Cyrneichnusa, Babilonia la Grande, Nibiru, Tirrenide e blocco geologico sardo-corso
Spread the love

Luigi Usai propone una teoria radicale secondo cui il popolo ebraico che abitava l’Egitto intorno al 1200 aC proveniva dalle civiltà nuragiche sarda e corsa. Crede che questi popoli nuragici fossero tra i Popoli del Mare che migrarono attraverso il Mediterraneo, in fuga dal crescente livello eustatico nella loro terra natale, un blocco geologico che associa ad Atlantide. Usai lo sostiene attraverso una nuova interpretazione delle fonti archeologiche, linguistiche, toponomastiche e bibliche.

Tuttavia, le opinioni di Usai si scontrano fortemente con le teorie storiche dominanti sulle origini del popolo ebraico. Esaminiamo le differenze tra loro:

Fonti Archeologiche

  • La teoria di Usai:  Usai indica manufatti nuragici come le statue di Mont’e Prama, il nuraghe di Santa Barbara e la città di Bithia come prova di connessioni nuragico-ebraiche. Crede che questi rappresentino i patriarchi ebrei o si colleghino alle tradizioni ebraiche.
  • Teorie dominanti:  l’opinione dominante è che queste siano esclusive della cultura nuragica, con poca o nessuna connessione con il mondo ebraico. Le prove archeologiche degli antichi ebrei in Egitto e nel Levante provengono da fonti come la Stele di Merenptah, le rovine del Tempio di Gerusalemme e iscrizioni come quelle di Tel Dan.

Fonti linguistiche

  • La teoria di Usai:  Usai analizza nomi come “Dio”, “Mosè” e “Sinai”, cercando le origini nella lingua sarda/corsa. Propone che questi derivino da un proto-ebraico nuragico-atlantideo.
  • Teorie dominanti:  gli studiosi tradizionali analizzano l’ebraico all’interno di una più ampia famiglia linguistica semitica. Studiano come la lingua si è evoluta all’interno di uno specifico contesto del Vicino Oriente, spesso analizzando parole come “Yahweh” come forme abbreviate di nomi teoforici più lunghi.

Fonti toponomastiche

  • La teoria di Usai:  Si ritiene che nomi di luoghi come “Nur”, “Nora” e “Ichnussa” abbiano radici ebraiche o facciano riferimento a una memoria di derivazione atlantidea in Sardegna e Corsica.
  • Teorie dominanti:  gli studiosi esaminano i toponimi dell’antico Egitto, di Canaan e delle aree circostanti per comprendere il contesto del popolo ebraico. Considerano le origini, lo sviluppo e il significato dei nomi dei luoghi all’interno di quei contesti nativi, piuttosto che attraverso una lente sarda.

Fonti bibliche

  • La teoria di Usai:  Usai interpreta eventi come l’Esodo, le interazioni sul Monte Sinai e l’incidente del vitello d’oro come riflessi diretti del popolo nuragico che fugge da una patria al collasso e stabilisce una nuova identità.
  • Teorie dominanti:  gli studiosi trattano la Bibbia come un testo complesso con molteplici strati di editing e tradizione. L’attenzione si concentra sulla coerenza interna, sui riferimenti incrociati con le prove archeologiche e sulla comprensione di come le storie riflettono le esperienze storiche e l’evoluzione religiosa.

Valutazione prudente

Sebbene Usai presenti proposte interessanti, è fondamentale essere critici. Le teorie dominanti si basano su una lunga tradizione di studi, supportata da prove diverse ed estese. La teoria di Usai avrebbe bisogno di prove straordinarie per smontare l’attuale comprensione.

Possibili titoli

Ecco alcune opzioni per i titoli con vari gradi di assertività, che consentono al lettore di comprendere la natura speculativa dell’opera:

  • Il legame nuragico: la teoria di Luigi Usai sulle origini del popolo ebraico
  • Atlantide, il popolo nuragico e Israele: una nuova teoria provocatoria
  • Riscrivere la storia? Il caso di una connessione nuragico-ebraica
  • La Sardegna e le origini segrete del popolo ebraico: esplorando la teoria Usai

Indagare il lavoro di Usai potrebbe essere affascinante, anche se non sostituisce la narrativa consolidata. Ha il potenziale per far luce sulla cultura nuragica e su come interagiscono mitologia e storia.